Le Sibille

Le Sibille sono carte molto particolari e anche accattivanti perché sono sempre molto colorate, davvero intuitive; un mazzo tutto sommato accattivante, dai molteplici significati, nell’ambito della divinazione le Sibille sono anche dette le “carte pettegole” perché si offrono a diversi utilizzi, spaziano in molti significati e sono utili a risolvere qualsiasi dubbio.

La divinazione con le Sibille viene fatta con tanti metodi differenti, dall’estrazione delle singole carte per responsi velocissimi, al gioco completo con l’utilizzo di tutto il mazzo, per fare chiarezza e rispondere a tante domande.

Ma che origini hanno le Sibille? Queste carte praticamente prendono il nome da ragazze “pure” dell’antichità che erano dotate di virtù profetiche ispirate da un Dio solitamente dal Dio Apollo, queste giovani fanciulle vergini erano capaci di fare predizioni e dare responsi alle grandi domande legate al popolo presso il quale esse vivevano; i responsi di queste fanciulle erano però oscuri e alquanto ermetici e ambivalenti; una delle più famose profezie o responso di una Sibilla vissuta in quell’epoca è la frase “Ibis redibis numquam peribis”. La chiaroveggenza fin dalla più antica epoca ma in prevalenza dall’antichità classica ha sempre risvegliato l’interesse di filosofi letterati e studiosi; sono molto famosi gli studi sui sogni profetici scritti da Aristotele e anche quelli di Platone che si dedicò molto allo studio della divinazione, e della chiaroveggenza, ovvero la capacità intrinseca di predire il futuro.

Le Sibille quindi sono carte usate a scopo divinatorio di origine abbastanza recente, si parla di un periodo che va dal XVIII al XIX secolo, il loro nome è dovuto proprio alle mitiche vergini premonitrici ovvero alle sacerdotesse che nell’antichità avevano il ruolo specifico di predire il futuro e auspicare l’esito di battaglie ed eventi importanti; le Sibille sono dette “chiacchierine” proprio perché hanno la particolarità di rivelare in modo mirato eventi della vita quotidiana.

Sono le carte più adatte e più utilizzate per rispondere alle domande inerenti hai problemi d’amore. Le Sibille si compongono di 52 carte, ogni carta ha una rappresentazione figurata che simboleggia il significato, oltre ad una piccola casella in cui è raffigurato il seme corrispondente al classico mazzo di carte da ramino; spesso presente sulla carta c’è anche stampata una frase che riassume la rappresentazione, il significato della carta stessa.

In commercio esistono moltissimi mazzi di Sibille la cui differenza sta nelle origini di produzione e  in massima parte il significato dato da un produttore o da un altro è più o meno lo stesso, con solo qualche leggera differenza. I semi delle sibille sono: fiori che indicano novità eventi positivi creatività energia ottimismo; cuori che indicano più che altro tutto quello che riguarda i sentimenti, gli affetti, le emozioni, poi c’è il seme di quadri, questo rappresenta gli affari, gli interessi economici le picche invece sono simbolo di intelligenza coraggio preannunciano difficoltà e problemi vari.

Le Sibille sono legate anche alle stagioni e possono dare indicazioni sul tempo preciso nel quale avverrà un avvenimento imprevisto: i cuori generalmente danno previsioni con risultanza in primavera, i quadri con risultanza in inverno, i fiori con risultanza in estate, picche invece con risultanze in autunno. Inoltre le Sibille sono legate a due colori il rosso e il nero che si spartiscono in ordine cronologico i quadri e i cuori e i fiori e le picche, la carta solitamente che rappresenta il consultante varia a seconda di chi è che pone le domande se un uomo sposato una donna sposata persone divorziate persone libere oppure molto giovani. Per saperne di più su queste magiche carte è possibile cercare sul web pagine interessanti e siti che si occupano di cartomanzia come ad esempio http://www.cartomanziaoggi.it/sibille-gratis/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll To Top